Dichiarazione F-gas 2015 – trasmissione dei dati riferiti all’anno 2014 entro il 31 maggio 2015

Entro il 31 maggio 2015 è necessario compilare la dichiarazione ai sensi dell’art.16, comma 1, del DPR 43/2012 riferita all’anno 2014. Sono oggetto della dichiarazione le apparecchiature e i sistemi FISSI che contengono una carica circolante di 3 kg o più di gas fluorurati ad effetto serra e che appartengono alle seguenti tipologie:

  • refrigerazione;
  • condizionamento dell’aria;
  • pompe di calore;
  • sistemi di protezione antincendio.

L’obbligo ricade sugli “operatori” che effettuano il controllo sul funzionamento delle apparecchiature/sistemi fissi sopra menzionati.

La compilazione e la trasmissione della Dichiarazione deve essere effettuata esclusivamente attraverso l’apposita piattaforma istituita presso l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) da cui è possibile consultare anche le istruzioni per la compilazione e l’elenco delle FAQ: http://www.sinanet.isprambiente.it/it/sia-ispra/fgas.

Il Regolamento UE 517/2014 definisce “operatore” una persona fisica o giuridica che esercita un effettivo controllo sul funzionamento tecnico dei prodotti e delle apparecchiature contemplati dal regolamento stesso.

Il D.P.R. 43/2012 stabilisce che il proprietario dell’apparecchiatura o dell’impianto è considerato operatore qualora non abbia delegato ad una terza persona l’effettivo controllo sul funzionamento tecnico degli stessi.

Salvo che il fatto costituisca reato, è prevista la sanzione amministrativa da 1.000 euro a 10.000 euro nei confronti dell’operatore che:

  • non provvede ad inviare, entro il 31 maggio di ogni anno, al Ministero dell’Ambiente, per il tramite dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca dell’ambiente (ISPRA) una dichiarazione contenente le informazioni riguardanti la quantità di gas fluorurati a effetto serra emessi in atmosfera nell’anno precedente;
  • trasmetta al Ministero, per il tramite dell’ISPRA, una dichiarazione incompleta o inesatta;
  • utilizzi una dichiarazione non conforme al formato previsto dal Ministero dell’Ambiente e pubblicato nel proprio sito internet previa ufficializzazione con apposito avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

-->