LICENZA FISCALE U.T.I.F.

Licenza Fiscale u.t.i.f.
per la vendita e/o somministrazione di prodotti alcolici

Ai sensi del D.Lgs. n°504/1995 (artt. 29-63), chiunque svolga un’attività commerciale nel settore degli “spiriti” (mescita, vendita al dettaglio, commercio all’ingrosso, depositi a scopo di vendita) e di altri prodotti come liquori, vino, birra, profumeria, alcool puro, alcool denaturato deve chiedere all’Agenzia delle Dogane il rilascio della licenza fiscale di esercizio.

Le principali attività interessate all’adempimento sono: rivendite alimentari, supermercati, bar, pub, pasticcerie, pizzerie, trattorie, enoteche, drogherie, fast food, circoli e associazioni ricreative, profumerie, istituti di bellezza, parrucchieri, farmacie, erboristerie, depositi e commercio all’ingrosso, spacci interni, mense aziendali, tabaccherie, alberghi, locande, chioschi, ecc.

La domanda, in bollo, va presentata all’Ufficio delle Dogane di Bologna, (Viale Pietramellara 1/2 – 40121 Bologna – Tel. 051 3783239 – 051 3783111 – Fax 051 3783308 – E-mail  dogane.bologna@agenziadogane.it ).

Per procedere alla richiesta della licenza oppure per variare i dati indicati su una licenza già rilasciata, occorre consultare il sito www.agenziadogane.it  e compilare l’apposito modulo indicando:

  • gli estremi dell’autorizzazione comunale all’esercizio dell’attività
  • il numero di attribuzione Partita IVA
  • gli estremi e il numero di iscrizione al REA della Camera di Commercio
  • la dichiarazione sostitutiva relativa alla mancanza di condanne e/o procedimenti in atto, per fabbricazione clandestina o per gli altri reati previsti dal D.Lgs 26.10.1995, n. 504
  • 2 marche da bollo da € 16

In caso di richiesta di variazione dei dati occorre allegare la licenza da sostituire.

Si ricorda che in caso di cessazione dell’attività occorre indicare la data di cessazione allegando la licenza da cessare.

Al fine di evitare le sanzioni amministrative comprese tra Euro 258,22 e Euro 1.549,37  (art. 50 commi 1 e 3 D.Lgs 504/95) si consiglia di verificare il possesso della licenza fiscale di esercizio.

Restando a disposizione per qualsiasi chiarimento e per l’eventuale predisposizione della dichiarazione, cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti.

 

Bologna, 02/03/2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

-->