SISTRI: Prorogate a fine 2015 le sanzioni per il non utilizzo, ma il contributo 2014 va pagato entro Gennaio 2015

Bologna, 14/01/2015

Il consueto “Decreto Milleproroghe” di fine anno (Decreto Legge 31 dicembre 2014, n. 192) ha disposto la rimodulazione dei termini previsti per l’applicazione delle sanzioni relative al Sistri con alcune importanti novità:

  • proroga fino al 31 dicembre 2015 del regime sanzionatorio relativo all’operatività del sistema Sistri: per tutto il 2015 continueranno ad essere obbligatori gli adempimenti gestionali tradizionali (formulari di trasporto e registri di carico e scarico cartacei);
  • dal 1 febbraio 2015 sono invece applicabili le sanzioni per mancata iscrizione per le imprese obbligate o per il mancato pagamento del contributo Sistri relativo al 2014. Le imprese, che non abbiano già provveduto al pagamento dei contributi relativi all’anno 2014 hanno quindi un lasso di tempo molto ridotto per adempiere all’obbligo e non incorrere in sanzioni;
  • il contributo per l’anno in corso va versato entro il 30 aprile 2015 (salvo ulteriori modifiche normative).

 Con rammarico constatiamo l’ennesima mancanza di rispetto nei confronti dei contribuenti, con l’obbligo di pagamento per un sistema ancora pieno di problemi (tanto da disporre l’ennesimo rinvio), per il quale sono state promesse numerose volte semplificazioni (mai realizzate), e soprattutto con l’obbligo di versare il contributo 2014 entro il 31 di gennaio 2015 (invece di proporre più ragionevolmente il 28 febbraio, data entro la quale il Decreto Milleproroghe deve essere convertito in Legge dal parlamento e pertanto ancora suscettibile di modifiche).

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi informazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

-->